Auto Ibride

La Toyota Auris/Corolla è l’ibrida per tutti. Tu per cosa la usi?

Aggiornato a settembre 2020

Fin dai primi gruppi d’acquisto GAI del 2013, Auris è stata una delle auto più acquistate ed apprezzate dai nostri associati, sia nella versione berlina che familiare.

Il professionista ci macina km nel traffico avvolto dal comfort del motore ibrido, il padre (o la madre) di famiglia trova spazio per tutti, il giovane ha una bella auto su cui far salire gli amici e che gli fa risparmiare carburante e costi di manutenzione.

Il passaggio nel 2019 dalla vecchia Auris alla nuova Corolla è stato un notevole salto di qualità, sia in termini estetici che tecnici: il motore 2.0 promette maggiore divertimento e il 1.8 per la prima volta su una Corolla monta una batteria al litio.

Siamo curiosi di sapere da chi la guida tutti i giorni per cosa la usa, come si trova e quanto consuma.

Attendiamo il tuo parere nei commenti.

Se invece hai deciso di acquistarla c’è una buona notizia!
Con Ecoverso puoi acquistare la nuova Toyota Corolla Hybrid (anche in versione Touring Sports) con uno sconto di circa 1000€ più conveniente rispetto al miglior preventivo dei concessionari.
In più potrai beneficiare sia degli eventuali incentivi statali per l’acquisto di auto ibride ed elettriche e sia degli eventuali sconti concessi dalla casa automobilistica.
Trovi tutte le informazioni qui.

  • Condividi l'articolo:
37 Commenti
Aggiungi un commento
Avatar for Giuliano
Giuliano

Dall’AURIS TS (Active plus) alla COROLLA TS (Active)
Dopo circa 13000 Km percorsi con la mia nuova Corolla TS Active, immatricolata il 7.1.21, elenco le impressioni e differenze principali rispetto alla mia precedente AURIS TS del gennaio 2013.
Allestimenti interni: aggiornati ma simili per gli aspetti principali. Per me vanno più che bene.
Comfort di guida:
– sopra i 90 Km/h nella Corolla percepisco un maggior rumore interno di rotolamento e qualche fruscio d’aria in più. Il fastidio è più evidente a velocità autostradali. E’ il difetto maggiore che ho riscontrato perché in autostrada crea un vero fastidio. Ovviamente è maggiore in presenza di asfalto drenante.
– molto ridotto nella Corolla, assente se non si accelera troppo bruscamente, il così detto effetto scooter dovuto al sistema di trasmissione in continuo. Ottimo.
– specchietti retrovisori: sia nella vecchia AURIS che nella Corolla sono regolabili elettricamente ma mentre nell’AURIS era prevista anche la chiusura elettrica degli stessi, per averli nella Corolla bisogna acquistare almeno l’allestimento Style
– nella Auris, così come nella attuale Corolla, non è presente la regolazione lombare per il guidatore. Per averla è necessario acquistare il modello Style della Corolla. Sarebbe molto utile anche perché la conformazione del sedile, soprattutto per viaggi lunghi, è un po’ carente nel sostegno lombare (guida e passeggero anteriore) .

Motore:
– Decisamente migliore l’assetto delle 3 modalità di guida (ECO, Normal, Sport) della Corolla risapetto ai precedenti della AURIS. L’assetto NORMAL mi sembra quello più equilibrato per la guida quotidiana
– Il consumo della Corolla è certamente inferiore. Dal 7.1.21 fino ad oggi 23.8.21, il consumo reale (misurato pieno su pieno) è stato di 22,2 Km/lt. Almeno del 15% inferiore alla precedente AURIS. (percorrenza 25% autostrada – superstrada, 35% città, 40% extraurbano). Miglior risultato pieno fine aprile: 24 km/lt effettivi (no autostrada).
– Maggiore, rispetto all’AURIS, il freno motore che si ottiene impostando il cambio in “B” (Brake) ciò determina una più rapida ricarica della batteria ma, in particolare nelle discese con una certa pendenza, anche un maggior aumento del numero di giri del motore con più forte rumorosità e sensazione di sforzo dello stesso. Bisogna imparare una gestione un po’ diversa
– La batteria si ricarica più velocemente ed in pianura si riesce a guidare in solo elettrico fino ad 80 – 90 km/h senza particolari difficoltà e per tratti più lunghi.
– Un po’ diversa la modalità di guida da adottare per “veleggiare” tra Auris e Corolla. In fase di rilascio dell’acceleratore nella Corolla la decelerazione mi sembra più rapida.

Cambio:
già detto che è molto migliorato il sistema di trasmissione continua; personalmente preferivo il comando a joystick dell’AURIS rispetto a quello attuale con leva tradizionale dei cambi automatici, ma mi sono abituato.

Freni, sospensioni, assetto di guida, sterzo:
non ho trovato sostanziali differenze. Si guida molto bene ed è molto agile nonostante le dimensioni.

Strumentazione di bordo:
– Il visore centrale da 8 ‘’ della Corolla è chiaro e abbastanza semplice da usare. Il precedente dell’AURIS era molto essenziale e più semplice ma forniva molte meno informazioni.
– Utile il comando vocale per le telefonate; non è stato per me immediato impararne l’utilizzo (ancora non perfetto). Non so se dipende da me oppure dal sistema un po’ complesso.
– Il cruscotto della attuale Corolla ha una parte (contachilometri e contagiri + spie + riempimento serbatorio carburante) di lettura immediata, di tipo tradizionale e piacevole. La parte che fornisce le informazioni sulla guida (lo chiamo per semplicità “computer di bordo”) consiste in un visore da 4”, comandato da pulsanti al volante, troppo pieno di informazioni così che le stesse risultano di piccole dimensioni. Complessivamente poco leggibile e poco pratico. Quello dell’AURIS forniva poche informazioni essenziali, ma più semplice nell’uso e meglio leggibile. Mi risulta che altri allestimenti della Corolla abbiano display migliori di questo. Suggerirei a Toyota di sostituire questo allestimento.
– Tra le informazioni fornite dal computer di bordo della Corolla è assente l’indicazione del consumo medio durante un singolo viaggio. E’ una informazione a mio avviso importante che nella AURIS era presente
– Gli indicatori di consumo istantaneo e consumo medio totale, nel visore da 4” sono tarati su un fondo scala di 50 Km/lt. Essendo il visore piccolo ed il fondo scala eccessivo, ne risulta una leggibilità modesta ed una utilità limitata. Più semplice essenziale ma meglio leggibile quello della precedente AURIS. Suggerirei a Toyota di impostare il fondo scala sui 40 Km/lt.
– Utile il contatore della percentuale di tempo del viaggio svolto solamente in elettrico.
– Probabilmente utile per chi si avvicina per la prima volta a questo tipo di auto l’elaboratore di punteggio di guida “eco”; meno utile quando si è imparato.
– Software di collegamento tra navigatore del cellulare e auto: qualche difficoltà iniziale. Sicuramente il navigatore integrato nell’auto è migliore, ma per averlo bisogna acquistare l’allestimento “Lounge” decisamente più costoso dell’allestimento Active in mio possesso.
– non sono riuscito a registrare il sistema multimediale su MyToyota, l’App messa a disposizione da Toyota neanche con l’aiuto del concessionario. Ho letto che questo problema è anche di altri utenti. Probabilmente devono modificare qualcosa.

Bagagliaio:
ottimo come quello dell’AURIS sia per piano di carico basso e senza ostacoli, sia per le dimensioni complessive. Probabilmente la bocca di carico dell’AURIS era un po’ più ampia per la diversa forma dell’auto (il portellone della Corolla, con linea più sportiva, è più inclinato e rastremato)

Sicurezza:
– il salto di qualità nei sistemi di assistenza alla guida è molto importante. Tra quelli in dotazione alla Corolla, il cruise control adattativo, al momento, è quello che mi sembra più utile rispetto a quello tradizionale dell’AURIS, assieme al sistema automatico di gestione dei fari.
– Anche l’utilizzo di fari Full LED migliora molto la visibilità notturna rispetto alla precedente AURIS.
– La retrocamera della Corolla è simile a quella dell’AURIS. I sensori di parcheggio sono un optional (peraltro piuttosto caro rispetto ai prezzi di mercato) come lo erano per l’AURIS ( a parità di allestimento). Molte auto della stessa categoria hanno ormai i sensori come dotazione base.

Estetica: è il fattore più soggettivo; personalmente ho apprezzato la linea più sportiva della Corolla.

Rispondi
30 agosto 2021 - 6:21
Avatar for Mauro M.
Mauro M.

Ciao a tutti,
posseggo una Auris TS Lounge dal 2016, percorro mediamente 15000 km all’anno, i miei percorsi sono essenzialmente collinari, extraurbani ed urbani con una percentuale di autostrada bassissima (5%) e tratte medie di 15-20 km.
A parte il bassissimo consumo dovuto in gran parte ai miei tragitti (3,7 l/%km in 65000 km), per me è impagabile l’e-CVT che mi permette di guidare in tutto rilassamento ed in ultimo, ma non ultimo, il contributo ad abbassare gli inquinanti che rilascio in natura.
Una giuda più ecosostenibile per consegnare ai nostri figli un ambiente più sano.

Rispondi
14 agosto 2021 - 10:38
Avatar for Luigi P.
Luigi P.

Salve a tutti, io ho una Toyota Auris dal 2018. La mia percorrenza media annua è intorno ai 13000/15000 km. Passare all’hybrido è stata una scelta che rifarei un altro milione di volte!!! È una guida più comoda e rilassata. Il parcheggio gratuito per le strisce blu ha salvato il mio portafogli. Dopo l’acquisto ho sostenuto i corsi di guida con Ecoverso
Hybrid Academy dove ho imparato dei piccoli accorgimenti per guidare ancora meglio la mia hybrida ed i miei consumi si sono ulteriormente ridotti, arrivando a superare anche i 25 km/l. Sono soddisfattissimo e consiglio a tutti di avvicinarsi a questo “nuovo” mondo. La mia prossima auto sarà full-elettric!

Rispondi
23 luglio 2021 - 15:24
Avatar for Giampietro
Giampietro

Buongiorno
Ho acquistato con il GAI una Toyota 2.0TS lounge nel Marzo 2020, a oggi ho percorso circa 25000Km, prevalentemente in autostrada o tangenziale dove registro 15/16 km/l e strade extraurbane percorse a bassa andatura mantenendo medie di 25/26 km/l, la media generale si ferma tra i 17/19 km/l.
I consumi risentono del freddo credo per il fatto che il motore termico rimane spesso in funzione.
La mia precedente auto era una Volvo V50 2.0d da 136cv, percorrendo le stesse strade mantenevo medie di 13/14 km/l quindi sui consumi mi posso ritenere soddisfatto soprattutto considerando che la Corolla mette a disposizione 180cv che si sentono sopratutto in modalità Sport.
Il settaggio delle modalità di guida Sport-Normale-Economico agisce sulla sensibilità dell’acceleratore, sul bilanciamento del carico dei motori elettrico/termico modificando sensibilmente il comportamento dell’auto soprattutto in modalità Sport dove anche lo sterzo si appesantisce aumentando la sensazione di controllo.
Purtroppo le sospensioni non fanno altrettanto e se nella guida normale o rilassata l’auto risulta morbida e confortevole nonostante i cerchi da 18″, in modalità Sport con una guida aggressiva le sospensioni risultano troppo morbide e bisogna prestare attenzione nei rapidi cambi di carico nelle curve, anche se l’appoggio non manca mai mantenendo l’auto in trattoria.
La velocità di punta di 180kmh che per altro raggiunge in poco tempo è limitata elettronicamente e lo si capisce dal fatto che può andare oltre ma la centralina volutamente abbassa il regime di giri, ovviamente va benissimo cosi, più che sufficiente per le autostrade italiane.
Il cambio simulato, nel mio caso ha le palette al volante che trovo utilissime sopratutto per la gestione del freno motore sulle strade di montagna.
La dotazione la trovo completa anche se mancano alcune cose che avevo sulla mia vecchia volvo, come l’illuminazione dei tasti, illuminazione della zona piedi, illuminazione sotto porta.
Utilissimi i sensori di parcheggio anteriori vista la visibilità della parte anteriore, ottima la telecamera posteriore e i sensori per gli angoli cechi utili anche in uscita dai posteggi, diverse volte mi ha segnalato auto che non vedevo arrivare.
Gli ADAS in genere per me sono abbastanza una novità….
Il controllo di velocità adattivo lo trovo utile e facilmente gestibile.
Il controllo di corsia è un po impreciso e tende a spostare l’auto a destra e sinistra con leggerissime oscillazioni……non mi piace.
L’avviso di collisione, utilissimo ma mi ha fatto prendere dei bei accidenti intervenendo in modo invadente.
La ventilazione la trovo eccellente per tutti gli occupanti mantenendo un ottimo confort anche grazie ai sedili riscaldati.
IL sistema multimediale è abbastanza pratico e con Android Auto diventa anche un ottimo navigatore, non sono riuscito a registrare il sistema multimediale su MyToyota l’App messa a disposizione da Toyota neanche con l’aiuto del concessionario, di conseguenza anche la rete wifi non è disponibile per l’auto, cosa che vorrei chiarire……

Rispondi
17 maggio 2021 - 18:53
Avatar for Walter Mosele
Walter Mosele

Buona sera Ho acquistato da due mesi una Toyota Corolla Touring Sports !.8. E’ vero che la mia precedente auto era una Volvo del 1985 con 320000 Km , ma trovo la Corolla meravigliosa. Estaticamente la trovo molto bella. Silenziosa, confortevole, molto comoda e facile da guidare. Mi pare, quasi, di viaggiare su di un cuscinetto d’aria. Insomma un acquisto di grande soddisfazione. Mi sembra di essere tornato un po’ bambino alla lenta scoperta di tutta questa elettronica e delle funzioni connesse. Al contempo mi fanno una certa paura, ipotizzando qualche malfunzionamento, ma tutto sta scorrendo liscio e tranquillo. Divertente anche la pagella alla fine di ogni percorso.

Rispondi
14 maggio 2021 - 17:48
Avatar for Giuseppe Marone
Giuseppe Marone

Ho una Toyota Auris HSD, motore da 1800 cc, giugno 2013. La mia e’ una delle ultime versioni con batterie NiMH, successivamente e’ stata equipaggiata con batterie Li-ion.
La mia percorrenza media annua e’ di circa 9000 km (ora ne ho circa 70000), prevalentemente uso misto (montagna) o autostrada, poca citta’. Alla scadenza della garanzia sulle batterie, ho fatto l’estensione della garanzia. Regolarmente tagliandata, mai avuto alcun problema, ne’ alla parte elettrica, ne’ alla parte endotermica.
Il consumo medio e’ ben lontano da quello dichiarato ( se non ricordo male era 25.6 km/l!), cmq buono: circa 21 km/l d’estate, 20 km/l d’inverno con gomme 4-season, con guida rilassata. Uso il power mode molto raramente, solo per sorpassi. Per questo, trovo che sarebbe piu’ comodo un comando a volante anziche’ a console, in modo da utilizzarlo veramente da boost-mode durante i sorpassi.
Il peso dell’auto non e’ trascurabile (oltre 1400 kg), il consumo e’ quindi pesantemente influenzato dalla pendenza delle strade: in montagna si sente parecchio la differenza fra salita e discesa: in salita si puo’ arrivare anche a meno di 10 km/l, mentre in discesa ho ottenuto un record personale di 28.6 km/l su una tratta di circa 115 km da 1000 m s.l.m. a circa 200m, guida molto tranquilla, gomme estive.
In generale ne sono molto soddisfatto. La ricomprerei? Certamente si’, in mancanza di auto full-electric sul mercato. Ormai pero’ sono proiettato sul BEV! 😉

Rispondi
12 maggio 2021 - 10:10
Avatar for Mauro M.
Mauro M.

“Il consumo medio e’ ben lontano da quello dichiarato ( se non ricordo male era 25.6 km/l!), cmq buono: circa 21 km/l d’estate, 20 km/l d’inverno con gomme 4-season, con guida rilassata. Uso il power mode molto raramente, solo per sorpassi. Per questo, trovo che sarebbe piu’ comodo un comando a volante anziche’ a console, in modo da utilizzarlo veramente da boost-mode durante i sorpassi.”

In montagna o autostrada è normale avere questi consumi, molto fa anche la lunghezza del tragitto, sopra il 5-6 % di pendenza il consumo sarà sempre superiore, la discesa non riesce a compensare la salita, questo soprattutto se il discesa saturi.
Per la modalità “Power” non è necessario usare l’apposito pulsante, quando schiacci a tavoletta il sistema va in automatico in “Power”.

Rispondi
15 agosto 2021 - 11:56
Avatar for Filippo
Filippo

Buongiorno, la 2.0 con i cerchi da 18 è ‘realmente’ più rigida come logica fa pensare rispetto ai 17?

Rispondi
30 gennaio 2021 - 8:38
Avatar for Alvise Pettoello
Alvise Pettoello

Bongiorno a tutti,

Sto valutando l’acquisto di una corolla ts. Sono indeciso tra il 1.8 e il 2.0. Premetto che do molta importanza al comfort. In concessionario mi hanno detto che sul 2.0 non si possono montare gli pneumatici da 16 pollici, perché lo sterzo sul 2.0 è regolato sugli pneumatici da 17 o 18. In effetti non ho potuto provare 2.0 su pavé e tratti sconnessi. Ma solo in tangenziale. Voi che esperienze avete a riguardo? Gli pneumatici montati su cerchi da 17 assorbono le asperità? In alternativa opterei per il 1.8 per avere cerchi da 16. Ma vi chiederei se per vostra esperienza i 122 cv complessivi sono sufficienti per fare tragitti e sorpassi in montagna. Grazie a voi.

Rispondi
15 novembre 2020 - 7:28
Avatar for ANDREA MATTIUSSI
ANDREA MATTIUSSI

Ciao, sono Andrea e posseggo da agosto 2020 una Corolla TS 1.8 Style, ora ho 20000km e sono molto soddisfatto, sia della vettura che dell’assistenza (fin’ora 1 tagliando in 1ora di attesa, mai visto prima). Avevo un’Opel Astra SW con cerchi da 16, ora sulla Corolla sono da 17 e avverto una differenza tra le due auto nell’assorbimento dei piccoli urti (come scritto anche nella prova di Quattroruote), ma non credo sia imputabile alle gomme quanto all’assetto delle sospensioni, un po’ più rigide sulla Corolla. Ti consiglierei i cerchi da 17. Se sei in cerca di prestazioni da turbodiesel di ultima generazione opta per il 2.0, se ti accontenti di guida fluida e comunque in grado di sorpassare agevolmente, ma con un occhio ai consumi e con la certezza dell’affidabilità, opta per il 1.8. In montagna va bene e se si schiaccia si esce bene dai tornanti, pagando un po’ in rumorosità (il motore gira oltre i 3000rpm) ed in consumi, ma si può procedere più tranquillamente nel comfort. Per i consumi per ogni salita c’è una discesa, mi è capitato di fare 10km/l in salita e 35km/l in discesa in B (modalità freno motore). Sto redigendo un diario di bordo sul tubo per condividere la mia piccola esperienza.
https://www.youtube.com/watch?v=muVTR2uOncA&list=PLzmdInfZV-3s_I0gHB-M10soZYF1NCD-X

Rispondi
12 maggio 2021 - 13:48
Avatar for David
David

Ho una toyota Auris versione berlina da due anni
ho percorso 40.000 km senza intoppi
la modalità di guida è normale, ne sportiva ne eco
Consumi su strade urbane/extraurbane:
– inverno: 17 km/l
– primavera, estate, autunno: 19 km/l (freno e accelero continuamente partendo tardi da casa per andare al lavoro)
– week-end: 21/22 km/l (guida rilassata)

Avrei però una domanda per chi è in grado di rispondere, quanti km posso fare con la mia toyota auris? Ci posso arrivare a 300.000 / 350.000 ?

Rispondi
12 settembre 2020 - 18:05
Avatar for massimo
massimo

Possessore da alcune settimane di un 2.0 style. Queste le piccole lacune riscontrate in considerazione del prezzo di listino di circa 32.000 €:
Mancanza dell’apertura cofano posteriore con il telecomando.
Pulsanti luci interne e regolatori flusso aria senza illuminazione notturna.
Assenza luci di discesa nelle portiere.
Cofano anteriore non ammortizzato ma con la classica astina degna di un’utilitaria.
Assenza sensori di parcheggio.
Assenza android auto.
È vero c’è tantissimo altro, ma per il prezzo pagato……
È ancora presto per dare un giudizio sui consumi, vi aggiornerò.

Rispondi
12 agosto 2020 - 13:10
Avatar for Francesco
Francesco

Buongiorno Massimo,
Se il cofano è elettro-attuato (l’allestimento Style 2019 lo prevedeva), i radiocomandi consegnati devono avere 3 pulsanti per permetterne l’apertura a distanza. Nel caso in cui alla consegna ti siano stati consegnati senza il terzo pulsante, dovrai contattare l’assistenza Toyota per procedere alla sostituzione in garanzia. Noi abbiamo impiegato oltre 6 mesi per risolvere il disservizio.

Rispondi
12 agosto 2020 - 16:44
Avatar for Massimo
Massimo

Grazie Francesco, ho appena scritto all’assistenza Toyota.

17 agosto 2020 - 16:38
Avatar for Tiziano
Tiziano

Buonasera
Ho una corolla ts 2.0 da ottobre e ho percorso circa 4000km i consumi si attestano sui 19/20 km/L
Ma sarei curioso di sapere se c’è possibilità di installare il gpl su quest’auto

Rispondi
29 gennaio 2020 - 17:56
Avatar for Pietro
Pietro

Ciao a tutti, possiedo una Corolla TS 2.0, ho percorso 10.000 km dei quali 6.000 circa in autostrada, vengo da 9 auto tedesche e devo dire che per quanto riguarda comfort e silenziosità non ha nulla da invidiare. Il motore è molto brillante e pronto, per quanto riguarda il cambio ero abituato a ben altro. I consumi differiscono molto tra percorso autostradale, 15 km/l a 130 km/h e percorso misto 23 km/l. Sta di fatto che la media generale risultante è di circa 20 km/l.

Rispondi
28 novembre 2019 - 17:00
Avatar for ivan boatto
ivan boatto

Buonasera a tutti ho scoperto solo ora il Vostro sito, ho acquistato una toyota corolla ibrida 2000cc. a settembre 2019 e desidero un parere. Mi sono accorto chenel primo mese percorrevo 22/23 km/l, in modalità normal e in eco tra 24 e 25 km/l. Verso la fine di ottobre i consumi sono scesi sia in normal che in eco in modo graduale fino ad arrivare a 18 km/l in entrambe. Portata in toyota alcuni giorni fa, hanno concluso che il problema era la pressione bassa delle gomme, o al freddo di questi giorni è plausibile questa risposta? anche se a ottobre e novembre non era così freddo. Grazie Ivan

Rispondi
9 gennaio 2020 - 18:19
Avatar for Gianalfredo Furini
Gianalfredo Furini

Ciao Ivan.
hai pensato di partecipare ad un Corso di Guida Ibrida del GAI?

10 gennaio 2020 - 9:38
Avatar for Pietro
Pietro

Buongiorno Ivan, anche la mia corolla da quando ha iniziato a fare freddo e ho montato le gomme termiche consuma decisamente di più, in autostrada a 130 km/h costanti non fa più di 15 km/l. Ad oggi ho circa 18.000 km e la media totale è di 19 km/l. Onestamente pensavo meglio.

10 gennaio 2020 - 9:01
Avatar for simone mariotti
simone mariotti

Salve, vorrei chiedere informazioni se qualcuno ne ha, sulla possibilità di trasformare a gpl la nuova corolla 1.8 ibrida.

Rispondi
4 dicembre 2019 - 18:50
Avatar for Francesco e Chiara varese
Francesco e Chiara varese

Abbiamo acquistato con il GAI una Corolla TS 1.8 Style a Settembre, complice l’eco-incentivo offerto da Regione Lombardia. Superati i primi 1000km un paio di settimane dopo il ritiro dalla concessionaria: è presto per avere un giudizio pesato, ma siamo certamente contenti della guida rilassante che offrono il cambio automatico ed il cruise control adattivo.

Apprezziamo il brio (in particolare la ripresa in modalità sport) dell’efficiente motore ibrido, silenzioso e parco nei consumi bloccati per ora a 20km/lt con guida disinvolta e uso prevalentemente autostradale. Per gli spostamenti in famiglia assieme ai nostri bambini (2 e 0 anni) utilizziamo il capiente bagagliaio in modalità ribassata; per trasporti ordinari, lavoro o spesa al supermarket riteniamo più comodo l’assetto rialzato, che azzera la soglia di carico mantenendo l’altezza del tendalino a misura di borse e casse d’acqua.

Siamo rimasti soddisfatti da quanto previsto nell’allestimento, che abbiamo integrato con i soli tappetini in gomma e sensori anteriori (consigliati). Non sentiamo la mancanza dell’integrazione smartphone, anche se sarebbe piaciuto vederla visto che è di serie anche sulle Tipo: proporla a parte per 600€ (My2020 docet…) è una scelta della casamadre decisamente infelice, ma tant’è.

Ci stupisce invece un’altra mancanza per noi più importante: nessuno si è chiesto perché la smart-key non presenti il pulsante di apertura del baule elettronico, illustrato per di più anche nel libretto della vettura?

Rispondi
10 novembre 2019 - 21:58
Avatar for Giacomo
Giacomo

Sapete quanto vi viene riconosciuto da Regione Lombardia come incentivo?

Rispondi
6 dicembre 2019 - 13:23
Avatar for Francesco
Francesco

La domanda risulta finanziata per 4.000€, ma dalle caratteristiche ci sembrava appartenere allo scaglione da 5.000€. chiederemo informazioni in merito ai parametri utilizzati, perché da libretto CO2 ed NoX lasciavano poca interpretazione.

6 dicembre 2019 - 23:06
Avatar for Giacomo
Giacomo

Ciao Francesco, a me risulta finanziata per 3.000€, e sembrerebbe essere così purtroppo. Toyota Italia mi ha risposto così:

“In ogni caso il dato sulla base del quale lei aveva ipotizzato il contributo non è quello che viene utilizzato dalla Regione Lombardia per il calcolo in base a quanto disposto nel Bando attuativo, quindi confermiamo quanto le è stato comunicato dalla Regione.

Infatti il valore di emissioni NOx presente al punto V.7 della carta di circolazione è un valore riferito al ciclo NEDC, mentre il dato utilizzato ai fini del bando è quello riferito ad un diverso ciclo chiamato RDE (Real Driving Emission) che considera le emissioni del veicolo in condizioni di reale utilizzo a differenza del NEDC che è un ciclo omologativo in condizioni simulate (i test vengono effettuati su banco prova).

In definitiva i dati di emissioni di NOx in RDE sono sempre più altri di quelli NEDC proprio per quanto sopra.

Il dato di emissioni NOx in RDE non è disponibile in carta di circolazione ma solo sul Certificato di Conformità del veicolo di cui può essere richiesta copia al Costruttore. In realtà il bando stesso prevede che le Case costruttrici forniscano ai clienti che ne fanno richiesta i dati necessari direttamente o tramite la propria rete di concessionarie.

Pertanto ecco di seguito la situazione relativa alla sua vettura:

COROLLA 1.8H TS STYLE MY19
•PM10 = il limite si intende automaticamente rispettato essendo la vettura omologata come Euro 6, in questo caso ricade nella classe Euro 6d Temp-Evap-ISC (vedere testo del bando attuativo sottolineato in basso – specificamente è soggetta ai regolamenti: EU 2018/1832 DG);
•CO2 combinato (NEDC) = 76 g/km;
•NOx ciclo completo (RDE) = NA (non dichiarato) – si fa riferimento al massimo valore consentito dalla classe di omologazione che in questo caso è pari a 126mg/km – la non dichiarazione dei dati è prevista dalla normativa relativa al livello di omologazione specifico di questa vettura che è appunto quello rispondente al regolamento EU 2018/1832 DG anche identificato come Euro 6 D TEMP EVAP ISC
•Quindi la vettura può beneficiare di 3.000€ in caso di acquisto da parte di un cliente privato a patto di rispettare tutte le altre condizioni previste dal bando (rottamazione, presentazione pratica etc.)

12 dicembre 2019 - 12:18
Avatar for Francesco
Francesco

Relativamente alle chiavi, l’assistenza clienti Toyota ci ha confermato che il telecomando deve prevedere tre pulsanti per permettere l’apertura a distanza del solo portellone.

Altri possessori Style 1.8 TS dispongono infatti di questo pulsante, assente nei nostri telecomandi.
Confidiamo che il problema venga risolto con tempestiva sostituzione e riconfigurazione degli stessi presso la più vicina concessionaria.

Rispondi
25 novembre 2019 - 10:59
Avatar for Massimiliano
Massimiliano

Ho acquistato una Corolla 1.8 Active a fine luglio, è stata una scelta condivisa con mia moglie che usa l’auto forse più di me, entrambi siamo davvero felici della scelta; i consumi si sono assestati intorno ai 25-28 Km/l (dopo circa 5000 km) direi veramente ottimi, speriamo che si mantengano nel tempo (tutto dipenderà dall’efficienza della batteria …)
ottimo il confort di guida grazie alla sonorizzazzione dell’abitacolo unito al silenzio della marcia,
trovo fantastico il cruise control adattativo, che uso spesso,
anche io mi domando, come già qualcuno ha fatto nel forum, come mai se ne vedono poche in giro …
In conclusione possiamo dire di essere, davvero, soddisfatti dell’acquiso.

Rispondi
8 novembre 2019 - 12:06
Avatar for Aleandro
Aleandro

Ho una Corolla TS 1.8 Style da maggio ed ho percorso circa 20.000 Km, la trovo molto piacevole nella guida e comoda. Purtroppo i miei consumi sono superiori a quelli dichiarati da altri utenti, una media di 21 Km/l, ma penso dipenda dalla mia guida. Una carenza riscontrata è sulla connessione fra smartphone e touch screen. Come ha fatto notare anche qualcun altro sarebbe consigliabile avere i sensori anteriori perchè la conformazione della parte anteriore della vettura rende difficile apprezzare la distanza dagli ostacoli in fase di parcheggio.

Rispondi
7 novembre 2019 - 19:43
Avatar for Maurizio
Maurizio

Possiedo una corolla 1.8 hb active acquistata ad aprile con cui ho percorso 12000km.
Consumi oltre 25 km al litro in percorsi extraurbani e oltre 20 km al litro in quelli autostradali. Facendo comunque attenzione alla guida in modo da ottimizzare consumi si riescono almeno percorrere altri 3km/litro aggiuntivi.
Piacere e confort di guida ottimo.
La dotazione optional e completa e valida; manca solo la possibilità di connessione smartphone con android auto e simili di cui si sente la mancanza.
Contentissimo della scelta continuo a consigliarla, la ricomprerei mille volte.
Unica domanda a cui non riesco a dare una risposta è…..come mai ce ne sono così poche in giro? Dovrebbe costare di piu!!!

Rispondi
7 novembre 2019 - 19:18
Avatar for Roberto
Roberto

Ciao, io ho acquistato una corolla 1.8 ST a dicembre, come macchina nulla da dire … e dico così venendo da una Audi A6… ma un po’ deluso dai consumi. Ho fatto rifornimento stasera alla pompa è il dato è stato deludente…16 km/l scarsi…facendo attenzione alla guida…

Rispondi
10 gennaio 2020 - 21:38
Avatar for Enzo
Enzo

Ciao, enzo
Noi l’abbiamo acquistata a fine marzo ed è stata consegnata il 20 giugno
Corolla touring sport active
10000 km da allora, gran parte strade extraurbane, un po’ di autostrada. Io riesco a percorrere circa 30km/l, ma con una guida rilassata
Soddisfatti.
Arrivando da monovolume, visibilità posteriore limitata, accesso ai posti un po’ problematico
Mancanza di android auto un po’ critico, dato il prezzo di acquisto, ma io uso solo il navigatore
Se si cerca brio, il 2 litri. Saluti

Rispondi
7 novembre 2019 - 16:31
Avatar for Fabio
Fabio

Ho acquistato la Corolla TS 1.8 a inizio Ottobre. Al momento la uso per tragitti in città (Perugia) con molte salite e discese, e per tratti medio lunghi in autostrada o strade ad alto scorrimento. Ancora devo capire a pieno le potenzialità dell’auto e dovrò sicuramente migliorare nella guida. Il consumo medio dopo circa 800 km è di 23 km/l (con circa 600 km su strada ad alto scorrimento e 200 km in città). L’auto è molto comoda. Mancano un po’ di optional utili che sono riservati ai modelli più costosi (io ho un Active 1.8). Sicuramente un miglior dialogo con gli smartphone e una maggiore utilità dell’app MyToyota sono auspicabili.

Rispondi
7 novembre 2019 - 14:59
Avatar for Massimiliano
Massimiliano

Buonasera, volevo chiederle essendo anche io di Perugia città a quando si attestano all’incirca i consumi proprio per quanto riguarda la città dove farei gran parte dei miei km. Grazie. Cordiali saluti

Rispondi
9 novembre 2021 - 21:52
Avatar for Luca
Luca

Mi associo al commento di Mauro.
Anch’io ho acquistato con GAI una Corolla TS Active 1.8 e sono pienamente soddisfatto. Confermo i consumi di 26-27 Km con un litro di media, premesso che percorro per la quasi totalità del mio tempo su strade urbane trafficate ed extraurbane e solitamente non ho una guida ‘sportiva’. Provata in autostrada per qualche centinaio di Km ha comunque consumi ottimi (dai 18 ai 21 Km/litro a velocità medie di 120/130 Km/ora)
Manca effettivamente la parte dedicata a Android-auto / Apple-car ed anche il mirroring al momento non sono ancora riuscito a sfruttarlo (credo sia funzionante solo per alcuni modelli di smartphone….).
Se tornassi indietro forse opterei sul modello Style e/o sicuramente aggiungerei i sensori anteriori come optional (auto abbastanza lunga e si fa fatica a valutare gli spazi anteriori durante manovre e parcheggi. Per il retro, telecamera più che sufficiente.

Rispondi
7 novembre 2019 - 13:20
Avatar for Valerio Di Marco
Valerio Di Marco

Condivido tutto quanto detto prima da Mauro. Anche io ho una Corolla, però HB, sempre con motore 1.8.

Rispondi
7 novembre 2019 - 12:50
Avatar for Marco
Marco

Ho acquistato una Corolla TS 1.8 a fine ottobre, siamo contentissimi della scelta che abbiamo fatto in famiglia. Principalmente la utilizzo io per il tragitto casa lavoro ed il fine settimana usciamo in gita tutti insieme. La macchina è spaziosa ed il consumo si attesta a 25 km/l ma sono sicuro che devo migliorare il mio stile di guida ed il mio approccio ad una macchina completamente diversa da quelle guidate fino ad ora. Una nota, vorrei tanto l’aggiornamento che permetta il collegamento ad Android Auto. Felicissimo.

Rispondi
7 novembre 2019 - 12:32
Avatar for Mauro
Mauro

A maggio scorso ho acquistato una Corolla TS con motore 1.8. Sono molto soddisfatto. È un piacere guidarla, bella esteticamente, consumi bassi (il consumo medio 27 km/l), spaziosa per i passeggeri, grande bagagliaio. L’unica cosa che manca è la possibilità di connessione al touch screen con android-car o simili. Per il resto perfetta.

Rispondi
7 novembre 2019 - 11:22
Avatar for Fabrizio
Fabrizio

Salve, da fine marzo ho una corolla 2.0 hb Lounge. 9500 km fra extraurbano, urbano e un po’ di autostrada. Gran macchina. 20 km/l ma bisogna dire che ho voluto il duemila perché uso anche quei 60 cv in più. Compratela

Rispondi
5 dicembre 2019 - 12:41
Commenta

Gli articoli del nostro Blog

vai al blog

Modalità di acquisto: quale conviene di più?

Fino a qualche anno fa l’auto si acquistava. Punto.

Oggi le opzioni sono varie, ma molti nostri associati hanno ancora le idee confuse sulle differenze e sulle reali convenienze.

Nei nostri Gruppi d’Acquisto hai la libertà di scegliere l’opzione che preferisci ma, per aiutarti ad orientarti, abbiamo deciso di scrivere questo articolo.

Le nuove tecnologie Nissan: Juke Hybrid e Qashqai e-Power

Funzionamento, consumi e prezzi dei nuovi modelli e-Power e full hybrid di Nissan.

Ecoverso R-Ace 15 – Ancona – 2 ottobre 2022

E’ bello sapere di non essere soli nella missione di diffondere la mobilità sostenibile.

L’1 e 2 ottobre la Ecoverso R-Ace sarà ad Ancona dagli amici di MaSMo, col giro ibrido/elettrico del Conero!

Ecoverso e Banca Etica: storia di una lunga collaborazione

Ecoverso ha da sempre il conto corrente dell’associazione prezzo Banca Etica e da poco abbiamo aggiunto per i nostri associati il servizio plus Ecoverso Finance, che da diritto ai finanziamenti a tassi agevolati. Abbiamo chiesto a Glenda Spiller dell’ufficio comunicazione di Banca Etica, di spiegarceli nel dettaglio.

Promuovere la mobilità sostenibile: il caso del Politecnico di Milano

Dal 2019 ogni anno il Politecnico di Milano ospita al proprio interno i corsi della Ecoverso Hybrid ed Electric Academy, riservati a personale, docenti, ricercatori e studenti.

Abbiamo chiesto ad Eleonora Perotto, mobility manager e capo del Servizio Sostenibilità di Ateneo e a Giada Messori, referente mobility management all’interno del Servizio Sostenibilità, come il Politecnico promuove la mobilità sostenibile e quali pensano possano essere gli scenari futuri.